Romano de Roma: la casa di Lorenzo Manilio

20/10/2019
Blog SaintsTour

Dalle fonti scritte, nessuna notizia ci giunge circa la vita e l’attività di Lorenzo Manilio: non sappiamo chi fosse, né cosa facesse per vivere, né come fosse composta la sua famiglia. Una cosa però è certa: Lorenzo Manilio doveva avere un’alta concezione di sé, ed un ancor maggiore affetto per la sua città. Lo si evince chiaramente ammirando il palazzetto che nel 1468 si fece costruire nel cuore di quello che di lì a poco più di ottant’anni sarebbe divenuto il ghetto ebraico di Roma, proprio lungo Via del Portico d’Ottavia, ai numeri civici 1 e 2. Sul fascione che corre lungo tutto il perimetro del palazzo, Manilio fa ce incidere:
URBE ROMA IN PRISTINAM FORMA(M R)ENASCENTE LAUR MANLIUS KARITATE ERGA PATRI(AM) (A)EDIS SUO NOMINE MANLIANAS PRO FORT(UN)AR(UM) MEDIOCRITATE AD FOR(UM) IUDEOR(UM) SIBI POSTERISQ(UE) SUIS A FUND(AMENTIS) P(OSUIT) AB URB(E) CON(DITA) MMCCXXI L AN(NO) M(ENSE) III D(IE) II P(OSUIT) XI CAL(ENDAS) AUG(USTAS)
cioè, “Mentre Roma rinasce all’antico splendore, Lorenzo Manilio, in segno di amore verso la sua città, costruì dalle fondamenta sulla piazza Giudea, in proporzione con le sue modeste possibilità, questa casa che dal suo cognome prende l’appellativo di Manliana, per sé e per i suoi discendenti, nell’anno 2221 dalla fondazione di Roma, all’età di 50 anni, 3 mesi e 2 giorni; fondò la casa il giorno undicesimo prima delle calende di agosto”.
La data della costruzione (2221) è indicata “ad urbe condita”, ovvero a partire dall’anno della fondazione di Roma (753 a.C.), il che ci riporta, appunto al 1468. Il basamento del palazzetto è impreziosito da reperti archeologici: un frammento di sarcofago romano con tre figure, una stele funeraria proveniente dalla Via Appia ed un’altra stele, di provenienza greca.

One thought on “Romano de Roma: la casa di Lorenzo Manilio

  1. Stefano
    30/11/2019
    Rispondi

    Bellissima Roma……organizzato perfettamente……
    …….da rifare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0